You are visiting a website that is not intended for your region

The page or information you have requested is intended for an audience outside the United States. By continuing to browse you confirm that you are a non-US resident requesting access to this page or information.

Switch to the US site

Select Your Country or Region
Invia
Coronary artery bypass grafting

CABG -
Intervento di bypass aorto-coronarico

Argomenti

Che cos'è la coronaropatia?

Ogni anno, a milioni di pazienti viene diagnosticata una qualche forma di cardiopatia e una delle più comuni è l'aterosclerosi.

Con una percentuale del 32%, le malattie cardiovascolari sono la causa principale di decesso nel mondo.[1]

L'aterosclerosi viene comunemente indicata come un "indurimento delle arterie". Si tratta di un accumulo graduale di depositi di grasso all'interno delle arterie che ne provoca il restringimento o addirittura l'ostruzione. Quando questo si verifica nelle arterie coronarie, si parla di aterosclerosi coronarica o coronaropatia (CAD).

Quando i depositi di grasso, chiamati placche, si sviluppano nel rivestimento di queste arterie, possono verificarsi diversi fenomeni:

  • Il rivestimento dell'arteria diventa più spesso e ruvido
  • L'accumulo di placche restringe l'apertura in tutta l'arteria
  • Il restringimento rende ancor più difficile il flusso del sangue attraverso l'arteria
  • Il cuore deve lavorare di più per pompare sangue
  • La placca può accumularsi fino a ostruire completamente il flusso di sangue attraverso l'arteria
  • Oppure la placca può "rompersi" o staccarsi dalla parete dell'arteria causandone un'ostruzione parziale o completa; questo può anche impedire l'irrorazione sanguigna del muscolo cardiaco

Se una o più arterie si ostruiscono, il tessuto cardiaco non riceve l'irrorazione sanguigna necessaria per funzionare. Le conseguenze possono andare da un leggero dolore al petto (angina) fino a un grave infarto.

Come trattare le coronaropatie (CAD)?

Una delle opzioni di trattamento per i pazienti a cui viene diagnosticata un'aterosclerosi coronarica è l'intervento di  bypass  aorto-coronarico (CABG), una tecnica di cardiochirurgia che ripristina il flusso ematico.

Da oltre 50 anni, l'intervento di bypass aorto-coronarico (CABG) rappresenta lo standard di cura per la rivascolarizzazione dei pazienti affetti da coronaropatia.[2]

Le patologie cardiovascolari si manifestano in tutto il mondo!

Prevalenza delle patologie cardiovascolari diagnosticate[3]

Ma il numero di anastomosi di bypass per le procedure di rivascolarizzazione cardiaca eseguite differisce leggermente.[4]


 

Una nuova sfida per i cardiochirurghi

I cambiamenti nello stile di vita odierno e l'avanzare dell'età portano a un profilo di rischio più elevato per i pazienti CABG con comorbidità multiple. Ciò  contribuisce a un aumento della complessità chirurgica, delle complicanze perioperatorie, nonché dei costi.[5]

Oltre il 30% dei pazienti che si sottopongono a interventi di CABG è considerato ad alto rischio.[6] Per alcuni di questi pazienti ad alto rischio sono stati previsti tassi di morbidità e mortalità superiori all'80%.[7]

 

Ogni fase dell'iter clinico è fondamentale per il successo dell'intervento chirurgico e per un buon recupero.

Stabilizzazione preoperatoria

La medicina basata sull'evidenza suggerisce che i protocolli clinici preventivi, che includono il monitoraggio avanzato del paziente e una strategia di protezione del miocardio, possono contribuire a evitare complicanze procedurali e a ridurre la durata complessiva della degenza.[8] [9].

Trattamento intraoperatorio

Ottimizzare il trattamento operatorio può contribuire a ridurre al minimo le complicanze chirurgiche. Fin dalla somministrazione dell'anestesia, nella scelta di un intervento chirurgico a cuore battente per il trattamento di un'insufficienza cardiaca, l'utilizzo dello strumento giusto può contribuire a ridurre le complicanze, i tempi di intubazione e i costi ospedalieri.

Recupero post-operatorio

Sindrome da bassa gittata cardiaca e ventilazione meccanica prolungata sono complicanze post-operatorie comuni e costose degli interventi di CABG.[2],[10]

Riferimenti

  1. OWID

  2. European Heart Journal, Volume 34, Issue 37, 1 October 2013, Pages 2862–2872

  3. Kantar Health

  4. Cost of Individual complications following coronary artery bypass grafting. J Thorac Cardiovasc Sug 2018;155:875-82.

  5. Cost of Individual complications following coronary artery bypass grafting. J Thorac Cardiovasc Sug 2018;155:875-82.

  6. High Risk CABG Patients: Incidence, Surgical Strategies and Results: Ann Thorac Surg 2004;77:574–80

  7. Results of the STS Adult Cardiac Surgery Online Risk Calculator. Accessed 9 August 2018.

  8. Goal-directed therapy in cardiac surgery: a systematic review and meta-analysis British Journal of Anaesthesia 110 (4): 510–17 (2013)

  9. Preoperative intra-aortic balloon pump use in high-risk patients prior to coronary artery bypass graft surgery decreases the risk for morbidity and mortality—A meta-analysis of 9,212 patients. J Card Surg. 2017;32:177–185

  10. Low Cardiac Output Syndrome After Cardiac Surgery. Journal of Cardiothoracic and Vascular Anesthesia 31 (2017) 291–308