You are visiting a website that is not intended for your region

The page or information you have requested is intended for an audience outside the United States. By continuing to browse you confirm that you are a non-US resident requesting access to this page or information.

Switch to the US site

Select Your Country or Region
Invia

News

Creatività e flessibilità dovrebbero guidare la crescita di Getinge Italia

Creatività e flessibilità dovrebbero guidare la crescita di Getinge Italia

- secondo l'amministratore delegato Roberto Chareun - mantenendo un'elevata attenzione alla Qualità e alla Sostenibilità come fattori trainanti.  Le soluzioni digitali e l’assistenza tecnica sono tra le prime due aree di attenzione per il 2022.

Attraverso un nuovo modo di pensare, esplorare nuovi ambienti, adottare approcci commerciali innovativi, rafforzare la sinergia tra le diverse aree di business per promuovere un approccio olistico al cliente sono alcuni dei percorsi che Roberto Chareun, Managing Director di Getinge Italia, immagina per garantire la crescita dell'azienda nel 2022. Un anno ancora segnato dagli effetti della Covid-19, con tutto il carico di incertezze, complessità e instabilità. che ne derivano e che continuerà a richiedere flessibilità, creatività, innovazione e nuovi modi di pensare, secondo il dirigente.

In questa intervista, Roberto dice che uno dei focus principali dell'anno sarà l'implementazione e l'espansione dell'area Digital Health Solutions che crede possa portare l'azienda in nuovi mercati. Egli comprende che la digitalizzazione gioca un ruolo importante nell'evoluzione della sanità, soprattutto in questi tempi in cui, più che mai, è necessario "fare di più con meno".

Per raggiungere gli obiettivi dell'anno, che considera ambiziosi, Chareun dice di contare anche su un ingrediente chiave: "la professionalità e la passione che ciascuno dei dipendenti dedica a tutto ciò che fa".

1. Quali saranno le principali sfide per la crescita dell'Italia nel 2022?
La sfida più importante per continuare a crescere sarà quella di avere l'umiltà di esplorare nuovi ambienti mettendo in discussione le nostre abitudini, anche attraverso approcci commerciali innovativi. Questo ci permetterà di individuare nuovi mercati potenziali e quindi nuove opportunità. In un mercato Med Dev caratterizzato da un elevato V.U.C.A., abbiamo il dovere di migliorare la nostra flessibilità per aumentare le circostanze favorevoli al nostro business.
La continua evoluzione organizzativa come, ad esempio, l'efficientamento della forza vendita, la sinergia tra le diverse aree di business per un approccio olistico al cliente, il potenziamento del pacchetto Service e il focus sulla digitalizzazione in sanità attraverso l'organizzazione DHS, sono solo alcune delle azioni che stiamo portando avanti per perseguire una crescita ambiziosa.


2. In che modo la pandemia di Covid-19 sta ancora influenzando il vostro business?
Dopo due anni di pandemia di Covid-19, non siamo ancora abituati e speriamo di non esserlo mai. La situazione è ancora molto "fluida" e tutte le ondate infettive sono solo la causa principale.  Nel frattempo, sia il business che le persone sono molto colpite. 
Dal lato del business, stiamo ancora assistendo a un forte effetto dei pazienti Covid sulle strutture e le organizzazioni dell'ospedale. Questo porta a una diminuzione dell'attività di chirurgia e in cima c'è anche un lavoro di screening ridotto con più pazienti potenziali con una patologia sconosciuta. Le liste d'attesa sono in netto aumento e si ridurranno una volta che l'effetto pandemico si sarà ridotto.
I dipendenti, e soprattutto quelli che viaggiano, sono colpiti a causa delle regole severe imposte dalla direzione dell'ospedale quando devono accedere alle strutture. Molto spesso le regole locali sono più severe di quelle governative. 
Inoltre, c'è la questione della quarantena, con la velocità di diffusione del virus, molte persone devono rimanere a casa e questo ha effetti sulla normale operatività del personale sul campo. Quello del personale è meno impattato grazie alla possibilità dello Smart Working.


3. Cosa può dire del nostro DHS? Sono la vostra priorità per quest'anno?
La linea di prodotto DHS rappresenta, come già evidenziato dalla strategia aziendale, un'importante opportunità per le nostre SSU locali, considerando che i fondi dedicati ai sistemi sanitari saranno destinati alla digitalizzazione.
Stiamo già lavorando su questo tema; stiamo organizzando una specifica organizzazione di Sales & Service da focalizzare sul DHS. Dobbiamo proporre ai clienti un pacchetto completo (hardware, software e assistenza) e tutti e tre gli aspetti devono essere di alto livello. Il successo del business DHS è legato alla nostra capacità di adattarci e cambiare la nostra mentalità verso nuovi mercati, come detto in precedenza.

 

4. Cos'altro può essere una priorità assoluta per l'Italia quest'anno e oltre?
Altre priorità sono il focus sui grandi progetti con i GPO e le gare regionali/nazionali anche attraverso una forte partnership con importanti aziende potenzialmente coinvolte.
Continuare a spingere sul lato commerciale del servizio attraverso la forza vendita.
Ultimo ma non meno importante, il continuo focus sulla marginalità che deve essere difesa dall'aumento dei costi standard con una specifica sorveglianza dei prezzi e, così come migliorare la nostra efficienza "fare di più con meno" in tutto ciò che facciamo, lungo tutta la catena del processo, dal marketing alla cassa.


5. In che modo l'Italia sosterrà i principali obiettivi di Getinge? 
Secondo il piano strategico globale, Qualità, Sostenibilità e Servizio sono i principali obiettivi di Getinge Italia.
Per quanto riguarda la qualità, ci siamo mossi in perfetto allineamento con i requisiti aziendali in modo fluido, poiché il sistema di qualità italiano era già aggiornato. Abbiamo controllato le procedure e, attraverso una gap analysis, abbiamo implementato azioni correttive, anche se minori.
Per quanto riguarda la sostenibilità, Getinge Italia nel 2021 ha ridotto della metà la superficie degli uffici, con tutti i risparmi in termini di costi, risorse e sprechi che questo comporta. Abbiamo ridotto drasticamente il numero di stampanti locali, per esempio. Insieme al progetto dell'ufficio abbiamo implementato completamente l'approccio Smart Working. Ad oggi, abbiamo più che dimezzato le scrivanie, incrementato le aree comuni e migliorato l'impatto della digitalizzazione sui nostri processi (altro deve arrivare nel 2022 con il progetto GForce).
L'attenzione al servizio come motore di crescita è sempre molto alta. I risultati che stiamo ottenendo stanno confermando che siamo sulla strada giusta, ma i miglioramenti maggiori sono ancora davanti a noi. Stiamo lavorando anche per raggiungere la migliore offerta di servizio ai nostri clienti. La migliore esperienza possibile per il cliente ci porterà verso una migliore marginalità per il servizio stesso e una grande promozione per i nostri prodotti, quando questi saranno obsoleti e dovranno essere sostituiti. Getinge online è una delle risorse su cui contiamo per raggiungere gli obiettivi.


6. Vuole aggiungere qualcos'altro?
Sono sicuro che Getinge Italia raggiungerà gli ambiziosi obiettivi che abbiamo davanti, grazie alla professionalità e alla passione che ognuno di noi ha in tutto ciò che fa.

Condividi: